Fabrizio Priano
Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee
nel rispetto della normativa vigente sul distanziamento sociale contro la diffusione del Covid-19)
INVITA

all’inaugurazione della mostra fotografica dal titolo

“VISIONI ASTRATTE”
di Nunzio DIRUTIGLIANO
Giovedì 17 settembre 2020 alle ore 18,00
presso

BIO CAFÈ Via dell’Erba, 12 – Alessandria Tel. 0131-262932

Evento del Progetto ARTE DIFFUSA
La mostra resterà esposta fino al 31 ottobre 2020

Fabrizio PRIANO
Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee commenta:
“Con la mostra dedicata al Fotografo Nunzio DIRUTIGLIANO proseguono gli appuntamenti del Progetto ARTE DIFFUSA, eventi dedicati all’Arte presso alcuni locali della nostra Città. Nunzio DIRUTIGLIANO propone una mostra singolare : una serie di fotografie con immagini astratte ottenute con procedimenti e strumentazione particolari unite all’estro dell’Artista”

FOTOGRAFIA ASTRATTA

Riproduzione di cristalli, pellicole, materiale plastico, vetro, lana di vetro, ecc…. secondo propria fantasia!
Di cosa parliamo? Ecco qualche esempio:

Cosa serve? Attrezzatura fotografica e materiale tecnico:

 Stativo retroilluminato con luce tarata a 5500 °Kelvin, con testa porta corpo macchina fotografica. Oggi la taratura può essere fatta in postproduzione.

Mascherina di cartoncino nero per delimitare il piano luce che non serve.  Soffietto (preferibilmente con automatismo)

 Obiettivo macro (rapporto di ingrandimento 1:1)

 2 filtri polarizzatori

 Cavetto di scatto
 Vetrini per analisi chimica (Usavo vetrini 6X6 per diapositiva)
 Pipetta per laboratorio
 Una buona lente d’ingrandimento

Sostanze utilizzate:
Acido citrico
Acido ascorbico
Cloruro di sodio (sale da cucina)
Goccia d’acqua cristallizzata
Pellicola per alimenti
Involocri vari (pacchetto sigarette, buondì Motta, ecc…)
Frammenti di vetro
Materiale d’imballaggio ……tanta fantasia!

Preparazione di un cristallo
– Conoscere, scoprire, sperimentare qual è il solvente più idoneo per disciogliere il composto (acqua, alcool, trielina, ecc) e comunque il solvente deve essere un liquido evaporabile in un certo tempo per dare modo alle particelle di riaggregarsi attraverso una cristallizzazione naturale; a volte necessitavano anche 10 gg per ottenere dei cristalli.
Il vetrino deve essere deposto in un ambiente asciutto e privo di luce.

Per le altre sostanze/materiali il procedimento è estremamente semplice, basta inserirli tra i due filtri polarizzatori e il gioco è fatto.
L’atto fotografico in se è del tutto normale; l’unica difficoltà era quella di definire il corretto tempo di esposizione viste le condizioni di operatività
(allora non c’era la possibilità di vedere subito il risultato dello scatto!)

Sono a disposizione per ulteriori informazioni, se necessitano…
Nunzio Dirutigliano

Nunzio DIRUTIGLIANO

NUNZIO DIRUTIGLIANO
http://www.flickr.com/photos/nunzio_dirutigliano/
mail: dirutiglianon@gmail.com

Nato a San Severo il 29/07/1951; residente in Alessandria.

Da sempre appassionato di fotografia, nel 1982 acquisto la mia prima reflex.
Prediligo le immagini in Bianco&Nero; ho praticato per molti anni la “camera oscura”, prima dell’avvento del sistema digitale.

Il genere fotografico maggiormente praticato è il reportage/street, senza disdegnare la fotografia paesaggistica.
La immagini presentate sono state realizzate con reflex Canon EOS3 e Canon 5D; successivamente trattate in post-produzione.
Ho esposto in mostre personali e collettive in spazi pubblici e privati.
Dal 2011 sono Componente dell’Associazione PassodopoPasso, sezione fotografica.