Domenica 20 settembre 2020 si terrà a Rivarone, organizzata dall’associazione ARCA in collaborazione con la Biennale di Poesia e il Comune di Rivarone, la decima edizione della Merenda Poetica. Per l’occasione 27 voci poetiche, alcune presenti da sempre ed altre per la prima volta, arriveranno da varie località. La manifestazione iniziata quasi per gioco, è andata, anno dopo anno, a conquistare un suo piccolo posto nelle varie iniziative dedicate alla poesia.

Interverranno:

Emilia Barbato, Alessandra Paganardi, Alessandro Magherini e Alfredo Panetta da Milano; Gianfranca Gastaldi da Torino; Lina Salvi da Lecco; Pier Paolo Pracca e Francesca Lagomarsini da Acqui Terme; Silvano Cappelletti da Valenza; Enrico Maria’ e Marco Ferrari, quest’ultimo editore di Puntoacapo da Novi Ligure; Gianfranco Isetta e Marco Maggi da Castelnuovo Scrivia; Lina Salvi da Lecco; Davide Zardo da Valle Lomellina; Pier Emilio Castoldi da Sale; Aldino Leoni mente e cuore della Biennale di Poesia, Vanda Guaraglia, Danilo Danglari, Lorenzo Vespoli e Fulvia Maldini (quest’ultima darà voce alle poesie di Monica Baldini di Fano) e Lia Tommi da Alessandria, così come Gianfranco Cereda che presterà la voce alle poesie di Beppe Mariano di Savigliano; Raffaele Floris da Pontecurone; giocheranno in casa, essendo di Rivarone, Carla Mutti e Luigi Fracchia, grazie al quale sarà degnamente rappresentato il dialetto rivaronese; Melissa Dawdaghter da Lu e Cuccaro Monferrato donerà un respiro internazionale con i suoi versi in lingua inglese; così come lo scorso anno il poeta che giungerà da più lontano sarà Giuseppe Piersigilli, proveniente da Cerreto d’Esi in provincia di Ancona.

La giornata sarà impreziosita dalle note di Camillo Vespoli, maestro d’arpa, mentre il giardino, provato dal caldo e dalla siccità, ritroverà vita e colori grazie ai quadri della pittrice rivaronese Maura Gabban.

L’ingresso sarà libero, necessaria però la mascherina. Al termine rinfresco poetico.