E con te  pace non conoscerò, di Francesca Patitucci

E con te  pace non conoscerò.

A tratti mi avverto leggiadra come una farfalla svestita dal peso corporeo,

fluttuante verso mondi di estasi proibite.

Ma poi accade che l’irruenza e la passione si abbattono su una leggerezza presto morente

e le mie membra ritornano ad auscultare un cuore troppo affardellato e ansante.

Ma è proprio quest’alternanza di respiri che mi tiene in amorosi sensi, 

adagiata in una linfa vitale di forze contrapposte.

Un’altalena di fragranze, ora incenso ora mirra, ora entrambi, mi profumano l’anima… 

in una lieve e fortissima ebbrezza dei sensi,

prigionieri di un’anima ladra e avida…di noi!

Francesca Patitucci