LA CAVA DI SABBIA su LUNARIA

Elisa Falciori

LA CAVA DI SABBIA su LUNARIA

Qui dove il mio paese
s’allarga con piedi d’argilla grigia 
vestito di tiepido salnitro
dagli orli diseguali
qui profuma di buono 
l’albero della reciprocità.

Cancelli chiusi, volti abrasi di vita 
riescono ancora
ad aprirsi in un sorriso.
Una mano gentile riappende
il cuore di carta appeso a un filo.
Le corse nella nebbia
arrivarono  infine alla serra.
Ora seduta su un gradino 
conosco la chiave che apre alla pace
al fresco morbido del tramonto.
Forse non è troppo tardi 
per diventare gioia…

View original post