Non sai,  non puoi

aprire il tuo cuore

alle represse folle

di parole che

salgono a frotte

dal limo profondo:

trovano trappole

di paure incolmate

di incontri mancati

di mani serrate.

Non puoi, non vuoi

lasciare fluire

il fiume senz’argine

dei sentimenti travolti

che rotolano a valle

con il fragore della cascata

incontrollata  ed inarrestabile.

Hai fatto una diga

dove lasciar

decantare passioni profonde,

attratta dal silenzio

per addormentare

 le voci discordanti del cuore

in attesa di note d’armonia .

dal libro edito “Onde mosse “ediz Effigi 2017 Photo by VisionPic .net on Pexels.com