Se ne sta distesa a cavallo delle stagioni la ragazza
tiene i capelli ancora nel caldo biondo dell’estate
i piedi già svaniti nei corti e scuri giorni
in mezzo a rossi accesi e foglie d’oro sui seni gonfi.

Se ne sta distesa come una dea dell’abbondanza la ragazza
le curve, i seni, i fianchi come cesti di frutta matura e piena
l’ombra che avanza splende e risalta tutto il corpo
come un contrasto, una definizione naturale.

E più scurisce più avanza il caldo buono
quello che ha in fondo all’inguine
l’inguine che si fa rifugio.

Sarà che a me il buio ha sempre fatto un po’ da rifugio
che lì forse non mi vedono
forse stasera non verrà.

Venisse almeno la ragazza in questo scuro che avanza anche qui
qui dove lei è idea, il sogno, la dea
la sicura via per entrare in questo splendido autunno.

https://www.larecherche.it/testo.asp?Tabella=Poesia&Id=60290

https://bonvinifranco.wordpress.com/2020/09/22/autunm-dream/

foto pexels