E’ scritto su un cielo immenso

quanto ancora rimane del silenzio,

le storie perse come stelle abbandonate,

gli amori colti tra i fiori e le speranze,

è scritto e pur non si vede,

di quanto ancora esiste in un tramonto

rosse e gialle luci accecanti,

stagione autunnale

di un presente o un passato prossimo,

foglie e alberi colorati

su appassiti verdi scoloriti.

E’ scritto che l’autunno è reale,

sopra monti e valli a colorare,

sopra il cuore ormai affaticato,

sopra il volto disegnato

dal fiero passato trascorso,

da un semplice ciao disperso.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web: by ugiskalnins