“Girava con documenti falsi: arrestato dalla Polizia”

Nei giorni scorsi, personale della Sezione Volanti della Questura di Alessandria traeva in arresto un cittadino italiano resosi autore del reato di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi di cui all’art. 497 bis c.p.

Nello specifico, durante un normale servizio di Polizia finalizzato al controllo del territorio, gli operatori fermavano un uomo alla guida di una WV Golf. Dalla verifica dei documenti, emergevano numerosi precedenti a carico del fermato per reati in materia di patrimonio, fede pubblica e contro l’amministrazione della giustizia, circostanza che induceva gli Agenti ad accompagnare il predetto presso questi uffici per ulteriori accertamenti.
Da successiva attività di perquisizione della vettura, infatti, veniva rinvenuta una busta di plastica contenente diversi documenti apparentemente rilasciati dalle autorità francesi i quali, pur essendo provvisti di apposita fotografia del soggetto, indicavano un diverso nominativo. Pertanto, gli stessi venivano sottoposti ad un più accurato esame, dal quale emergevano numerose difformità rispetto al corrispondente format originale.
Inoltre, all’interno della vettura, veniva rinvenuta un’apparecchiatura elettronica utilizzata verosimilmente per la commissione di truffe/frodi informatiche in ambito di criptovalute (bit-cooin).

Per i fatti di cui sopra, tutto il materiale illecito veniva debitamente sequestrato ed il cittadino F. C., classe 1981, veniva tratto in arresto per il reato di cui all’art. 497 bis c.p., poi convalidato dalla competente Autorità Giudiziaria.

poliziadistato #essercisempre

@questuraalessandria