Momenti di poesia. PUOI TU; DONNA, di  Vittorio Zingone

PUOI TU; DONNA     

Puoi tu, donna, impedire al fiume    

di scorrer verso il mare;   

puoi tu impedire al mar d’evaporare   

sollecitato dal tepor del sole;    

puoi tu impedire al cuore mio d’amare  

una creatura bella come un angelo?   

Se tu puoi, senza fare pene indicibili soffrire,   

arresta il flusso del mio folle amore;   

son sempre pronto a farmi medicare.   

Domani e poi domani e ancor domani    

che vi presentate alle porte del mio cuore    

con uno scudiscio   

e me lo fate a lungo sanguinare!    

Che v’ho fatto, ditemi,  

giorni e notti infiniti della vita   

per farmi soffrir fino allo spasimo   

per una fanciulla che amo    

e lei non m’ama?