MONFRA’ JAZZ FEST: NON E’ FINITA

L’Alpaca Trio rappresenta il Monferrato a Borgo in Jazz nel Molise insieme ai prodotti tipici

Il 3 ottobre il duo Cappellino – Allara in un concerto per i tre anni della Big Bench di Rosignano Monferrato

MONFRA’ JAZZ FEST: NON E’ FINITA

Casale Monferrato, 28 settembre – Non è ancora ora di mettere la parola fine sul Monfrà Jazz Fest che ha animato Casale e il Monferrato dal 5 al 13 settembre. Come in un buon romanzo, anche dopo l’ultima pagina gli autori hanno ancora qualche trama da chiudere e per il pubblico c’è ancora l’occasione per ascoltare musicisti di altissimo profilo.

In Molise gli ambasciatori del Monfrà Jazz Fest per completare il gemellaggio

Il jazz di Casale è stato in Molise al Borgo in Jazz Festival, ciclo di eventi che associa la musica jazz alla valorizzazione dei centri storici e all’enogastronomia di qualità della piccola regione italiana. Il Monfrà Jazz Fest si è gemellato con Borgo in Jazz proprio durante questa edizione, ospitando sabato 12 settembre un concerto del musicista molisano Nicola Concettini e il suo quartetto, accompagnato anche dai prodotti tipici di questa terra affascinante e poco conosciuta. Ora è stato il momento di ricambiare. Il Monfrà Jazz Fest ha mandato in Molise uno dei gruppi più conosciuti del suo cartellone il Trio ALPACA. La formazione di Brian Belloni, chitarra, Leonardo Barbierato, basso e Riccardo Marchese, batteria, è stata addirittura al centro di un programma di residenza artistica a Gambatesa (Campobasso). Ospitati per una settimana nel piccolo comune hanno avuto l’opportunità di tenere seminari e lezioni aperte e naturalmente di esibirsi: sabato 26 settembre alle 18 nella splendida cornice di Largo Castello a Gambatesa.

A seguire una cena jazz che ha visto una selezione musicale e specialità tipiche molisane abbinate a degustazione delle eccellenze enogastronomiche del Monferrato, tra cui Amaro Casale by Magnoberta, Krumiri Rossi by Portinaro, una selezione dei vini del concorso “Torchio d’oro” di Casale Monferrato e una selezione di salumi tra cui l’immancabile Muletta.

Giorgio Allara

Monfrà Jazz Fest per i tre anni della Big Bench di Rosignano

Il MonJF del 2020 ha avuto come “aperitivo” l’inaugurazione di una Big Bench: quella di Odalengo Grande avvenuta il 5 settembre, era giusto quindi che anche come “digestivo” avesse un appuntamento analogo. L’occasione è quella della “Curmà”, ovvero l’antica tradizione del ritrovarsi dopo la vendemmia, per festeggiare il raccolto”. E’ il giusto epilogo della terza edizione di un Festival come il Monfrà Jazz Fest tutto declinato sul territorio e infatti, anche questo concerto la musica sarà immersa tra i filari: un panorama incantevole colorato d’autunno e ancora una volta di fronte a una grande panchina su cui tornare a “sentirsi bambini”.

Protagonista musicale sarà il duo formato da Tiziana Cappellino (voce e pianoforte) e Giorgio Allara (contrabbasso) che sabato 3 ottobre alle 16.30 presentano un concerto di un’ora per festeggiare il terzo anno della Big Bench di Rosignano Monferrato, per la precisione la n. 41 – Rosso Grignolino -, inaugurata il 24 settembre del 2017 vicino alla chiesa della Madonna delle Grazie.

L’evento è in collaborazione proprio con l’Associazione Madonna delle Grazie e con il patrocinio del Comune di Rosignano e si configura come un vero prologo alla “Vendemmia in Arte”, la kermesse organizzata il giorno successivo domenica 4 ottobre.

Il concerto sarà impreziosito da enodegustazione a cura dell’Associazione Madonna delle Grazie e Vini ViCaRa. Durante l’evento sarà possibile contribuire alla raccolta fondi per il restauro dell’antico pavimento a mosaico della Chiesa della Madonna delle Grazie.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su www.monjazzfest.it o al numero 338 3892649 (Laura).

Tiziana Cappellino

Tiziana Cappellino è nata a Vercelli nel 1987. Inizia a studiare pianoforte classico a 7 anni; più avanti, intorno ai 18, scopre la musica jazz e se ne innamora. Laureata con il massimo dei voti al Biennio di Composizione e Arrangiamento Jazz e precedentemente al Triennio di Pianoforte Jazz presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino ha studiato con Furio Di Castri, Giampaolo Casati, Aldo Rindone, Dado Moroni, Emanuele Cisi. Dopo diversi workshop e seminari di perfezionamento nel 2009 comincia una lunga carriera di esibizioni in Club e Festival in Italia ed Europa, collaborando fra gli altri con: Franco Cerri, Enrico Intra, Gigi Di Gregorio, Javier Girotto, Giampaolo Casati, Riccardo Zegna, Fulvio Chiara, Alessandro Maiorino, Malcom Potter, Alessandro Minetto, Voci Di Corridoio, Mauro Battisti, Maurizio Cuccuini, Simone Monnanni, Fabrizio Bosso, Claudio Capurro, Mattia Barbieri, Gianni Virone, Diego Borotti, Davide Liberti, Paolo Franciscone, Eleonora Strino, Voci Di Corridoio, La Desbandà. Finalista al Gran Prix De Montauban 2013 e alla Coppa del Jazz di Valenza 2013. Organizza lo spettacolo musicale “Omaggio a Caterina Valente” che debutta al Teatro Matteotti di Moncalieri a maggio del 2014. Partecipa a numerose dirette radiofoniche per la presentazione del disco “Colors In Mainstream” in duo con Gigi Di Gregorio (Radio Televisione Svizzera Italiana, Radio Capo D’Istria, RNC Jazz En Fete, Anima Jazz, Radio Vertigo One, Jazz Drops radio LCD95, Jazz Inside Kristallradio) e per la presentazione del disco “Speciale per Lelio” con le Voci Di Corridoio (La Stanza Della Musica su Radio Rai 3 e King Kong su Radio Rai 1 e la trasmissione Soundcheck di Gegè Telesforo). Nel 2015 partecipa con le Voci Di Corridoio e l’Orchestra Bruni di Cuneo al tradizionale concerto di ferragosto in alta quota, in diretta televisiva su Rai 3. Nel 2016 registra l’album “Riflessi in contrasto” pubblicato nell’aprile 2017 dall’etichetta Velut Luna, in cui presenta brani originali e personali arrangiamenti di melodie note, in trio e con la partecipazione di Javier Girotto.

Giorgio Allara formatosi prima come chitarrista, ha partecipato a numerosi progetti jazz con entrambi gli strumenti, fino a dedicarsi totalmente al contrabbasso. Richiesto contrabbassista nel panorama jazz italiano, negli anni ha diverse collaborazioni sia in concerti e incisioni con: Gigi Di Gregorio, Gianni Dosio, Paolo Tomelleri, Patrizia Conte, Max Gallo, Emanuele Cisi, Gianni Cazzola, Alberto Mandarini, Sergio Rigon, Scott Hamilton, John Riley, Harold Danko, Hector Costita, Jeff Silvertrust e molti altri grandi nomi del panorama jazz Italiano e non solo. Incide inoltre la colonna sonora del film documentario “La culla delle aquile” di Alessandro Pugno. Ha partecipato a numerosi festivals in Italia e all’ estero, tra i quali il “Torino Jazz Festival”, “Umbria Jazz” e “Monfra’ Jazz Fest”.