Cercano  nella mappa della memoria

luoghi dove far riposare il cuore,

 trovare sosta ai dolori

e voci che rompano i silenzi.

Siedono al sole, lo sguardo

cerca ancora vita all’orizzonte

nel rinnovarsi delle stagioni

e nel trascorrere dei giorni.

Seguono ritmi antichi di movenze

che il tempo ha scandito e reso uguali

nella monotonia senza nome

mentre segnava loro i volti

e ne scoloriva le chiome.

Chiedono poche briciole d’amore

questi viaggiatori stanchi

che hanno percorso tante tappe

senza smettere di appassionarsi

all’avventura  della vita.

dal libro “Lo sguardo oltre…” edizione Aletti 2015Photo by Pixabay on Pexels.com