Covid 19. CHI SONO GLI ASINTOMATICI, dott. Massimo Sartelli

CHI SONO GLI ASINTOMATICI

Come molti aspetti di questa pandemia, la risposta a cosa significa essere asintomatici è complicata. Asintomatico indica una persona che è stata infettata dal virus, ma non si sente male o non sviluppa alcun sintomo. 

Tuttavia, si è visto che le infezioni asintomatiche possono essere associate a lesioni polmonari subcliniche. In studi condotti in Giappone e Corea del Sud, i polmoni di persone asintomatiche hanno mostrato quadri a “vetro smerigliato” che sono diventate un segno ben noto di Covid-19.

Inoltre, le persone che sono attualmente classificate asintomatiche compaiono in uno spettro che va da coloro che sono veramente asintomatici a coloro che hanno sintomi lievi ma non cercano supporto medico. Quest’ultimo gruppo viene talvolta definito “pauci-sintomatico” o “subclinico” perché è al di sotto della soglia di rilevamento da parte del sistema sanitario. 

Queste persone raramente alterano la loro attività quotidiana, quindi nessuno sa che sono infette.

Infine pre-sintomatico indica una persona che non mostra i sintomi nelle prime fasi della malattia ma li svilupperà in seguito. Per essere chiari, l’individuo asintomatico è infetto da SARS-CoV-2 ma non svilupperà mai sintomi di Covid-19. Al contrario, l’individuo pre-sintomatico è similmente infetto ma alla fine svilupperà sintomi. 

Questo per dire che anche una persona definita ASINTOMATICA, oltre che essere un importante serbatoio di infezione, può sviluppare la malattia e tutte le sequele che l’infezione può causare…sarebbe meglio non contagiarsi anche se si è giovani!