Squarciano colori sgargianti

e mosse provocatorie

quel vicolo prospero di vita acerba

che poco assai si fa gabbo

di screpolature attigue

Ma nel drappeggio che sussegue

i pigmenti della vita si fan blandi

e la scorza assottigliata della sagoma

si congestiona di sussulti dolorosi

e risvolti sottomuro

capaci baciare

senza sosta

quella rimanenza di logicità

estenuata ormai

anche dal lieve sorso

d’un nuovo giorno

@Silvia  De Angelis