Matteo Bassetti: Cosa è successo al Genoa?. Perché oltre 20 contagiati?

Qualcuno ha parlato di grandi diffusori altri di grandi untori. Non sono d’accordo.

Credo che la questione sia più semplice. 

Rispetto ad altre squadre dove non ci sono stati così tanti contagiati nonostante altri casi positivi, il “caso Genoa” si può spiegare così: il caso indice (Perin) era sintomatico e ha avuto contatti con gli altri tesserati per gli allenamenti nella fase immediatamente precedente all’esordio dei sintomi e quindi con un’elevata  carica infettante. Da qui i molti casi contemporanei successivi concatenati tra loro. 

Per il futuro bisognerà considerare il periodo finestra dei tamponi: possono essere negativi anche per 4-5 giorni dopo il potenziale contagio. Sarebbe quindi importante che il protocollo della lega calcio evidenziasse questo limite dei tamponi per evitare situazioni analoghe in futuro.