Nei tenui colori
ch’esaltano l’autunno
l’estate s’appresta a salutarci.

I giorni divengono meno fulgenti,
più freschi e i colori più sbiaditi,
una frescura s’eleva sulle coste
e l’umidità pregna sulla pianura.

Le notti sono meno accaldate
anche se illuminate
dal bagliore delle stelle.

La nebbia s’espande sulla campagna
ammantando di grigio le costellazioni,
ma in controtendenza il bosco
emana i suoi molteplici aromi
donandoci frutti squisiti.

Le cantine spilleranno il purpureo nettare
e la campagna arata con dovizia
accoglie con diligenza il seme
che diverrà frutto.

@Grazia Denaro@