RADICI SPEZZATE

«Le necessità della vita ti portano spesso a trasferirti in tanti posti e alla fine non riesci più ad avere una tua propria identità: appartieni a tutti i luoghi e a nessuno, nel medesimo tempo . Le radici perdono pezzi un po’ qua e un po’ là. Non ti identifichi più con nessuna patria, con nessuna religione, con nessuna città. Non torneresti a vivere in nessun determinato luogo, perché la realtà è già un’altra: tra te e il passato c’è una nuova generazione, diversa, sconosciuta. Spesso la città in cui ti ritrovi a terminare la tua esistenza è completamente estranea al tuo proprio passato, senza il calore e le emozioni che solo i ricordi ti possono dare. Una volta emigrante, lo rimani per sempre. Resti da solo tra la gente, straniero nella tua propria patria.»

Tratta dalla raccolta “La Luce dei Pensieri”.
© Copyright 2016 – Miriam Maria Santucci