Garavelli. Medico: Amare riflessioni di una Collega, dopo l’estate dei vacanzieri negazionisti!

Amare riflessioni di una Collega, dopo l’estate dei vacanzieri negazionisti! Da febbraio si dorme poco sia sul lavoro che a casa. Anche qui tramite cellulare, FB e WA si cerca di aiutare decine e decine di persone. 

Da marzo col crociato anteriore destro rotto cadendo sul lavoro faccio quello che posso … Ora anche la schiena ha ceduto e sono fermo con la lombosciatalgia, perché viaggiare in automobile è vera sofferenza. 

Ma è come se fossi a Novara, essendo un vero incubo telefonico per i miei Colleghi … Che potesse andare male lo si era capito da giugno, quando nonostante il clima favorevole, Covid non era scomparso! Purtroppo la maggior parte della Gente per paura, ignoranza ed opportunismo ha preferito un’ altra narrazione. 

Avremo di fronte tanti, troppi, mesi terribili rispetto a questa primavera. Gli Operatori Sanitari del Territorio e degli Ospedali sono stanchi e con meno armi a disposizione … Le Casse dello Stato ancora più vuote … Un “grande” lockdown impraticabile pena la fine sociale ed economica di una Nazione, anche se se ne faranno tanti “piccoli” che sommati saranno uno “grande” … Il Vaccino sarà la nuova “Acqua di Lourdes” … 

Finirà questo orrore? Si quando Covid farà il giro del Pianeta portandosi dietro qualche miliardo di malati e centinaia di milioni di morti, sapendo trattarsi di un Virus ad alta contagiosità, discreta causa di forme conclamate e per fortuna mediocre mortalità! Ma questo doveva essere detto subito, a febbraio, preparando la Gente!