ora mi rimpicciolisco
e mi sogno
un sogno piccolo
                     piccolo
estremo
come uno scarabocchio
                     di me
come un’introduzione
                    postuma:

-quelle… dita che
mi(!?) amavano…-

tu la trovasti

una figura
trovasti
tracciata col lapis
su una roccia
tu raccogliesti il lapis
e scrivesti

la figura sorrise
un sorriso lungo
             sette giorni
                      sette anni

…il sogno…

Notturno - Max Ernst | Wikioo.org – L'Enciclopedia delle Belle Arti

https://poesiesemiserie.com/page/39/