Ormai captiamo immediatamente, l’insorgere di quei periodi “no”, in cui succede  di tutto per farci innervosire e fare assidui richiami a quella lontanissima pulsione  chiamata “pazienza”.
Infatti quando ci si incanala in quel percorso di negatività e gli eventi, si succedono,  a raffica con la loro intransigenza, senza farci più respirare tranquillamente, ricorriamo  al nostro self control, per andare avanti al meglio.
La cosa, effettivamente, non è semplice e non sempre dà i risultati sperati….ma noi  ce la mettiamo tutta per “sopravvivere” all’intemperia del momento, cercando le  soluzioni più idonee.
I pensieri più eclettici, sgorgano nella nostra mente, al calar delle tenebre, quando  siamo più sgombri dalle competenze affannanti della giornata. Allora le osservazioni  sono più libere e creative, ed estrapolano le riserve più impensate, per tamponare  le difficoltà dell’attimo.
Anzi, qualche strano sogno ispiratore sembra darci “le dritte” per muoverci con più  disinvoltura, in quel cammino ostile e precario, che agita il nostro animo, sempre  in cerca di gioie e golose novità da gustare….
@Silvia De Angelis 2018