QUANNO

Quanno ciai ‘n penziero che te logora

‘n fino a quasi a ‘e budella

e nun sai come da fa’ pe’ mannallo via

cerchi de ripiatte quer sorisetto sornione

che te fa tanta compagnia

così giri e rigiri su te’ stesso pe’ trovà ‘na soluzzione.

Certo nun è ‘na cosa facile

scaccià quer magone che te conzuma puro l’occhi

ma co’ ‘n po’ de bbona volontà

manni ‘a mente da ‘n’artra parte pe’ falla conzolà..

Quer pizzico de’ celo de ‘sta Roma bbella

è capace d’enguaiatte er core pe’ l’azzuro come er mare

e buttacce drento l’anima è ‘n’emozione ireale

che te fa’ rinasce, gettanno ar secchio ‘e cose marzane

che ‘a vita pare propio che nun po’ fa’ a meno

de fatte ‘ngoia tutte d’en sorzo….

@Silvia De Angelis 2020

TRADUZIONE

Quando hai un pensiero che ti logora

fino a quasi le budella

e non sai come fare per mandarlo via

cerchi di riacquistare quel sorrisetto sornione

che ti fa tanta compagnia

così giri e rigiri su te stesso per trovare una soluzione.

Certo non è una cosa facile

scacciare quel magone che ti consuma anche gli occhi

ma con un po’ di buona volontà

dirigi la mente da un’altra parte per farla consolare.

Quel pizzico di cielo di questa Roma bella

è capace d’inguaiarti il cuore per l’azzurro come il mare

e convogliarci l’anima è un’emozione irreale

che ti fa rinascere, gettando via le cose malzane

che la vita paia proprio non possa farea meno

di farti ingoiare tutte d’un sorso….