Nei giorni scorsi, personale della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Alessandria, espletava uno specifico controllo presso un noto esercizio commerciale ubicato in Viale Saffi nel Comune di Novi Ligure, nel quale venivano riscontrate gravi condizioni igienico-sanitarie.

A seguito del controllo, gli operatori provvedevano immediatamente a darne comunicazione all’A.S.L. competente per territorio e, da successiva ispezione effettuata dai predetti di concerto con 3 ispettori del Dipartimento di prevenzione dell’A.S.L. di Novi Ligure, oltre alle pessime condizioni igienico-sanitarie, venivano accertate ulteriori mancanze, tra le quali l’errata destinazione d’uso dei locali, la mancata tracciabilità degli alimenti di origine animale, l’errata congelazione ed errata compilazione delle relative schede di congelamento dei prodotti, nonché la mancanza di tracciabilità delle materie prime in arrivo.
Altresì, il titolare dell’attività non risultava essere presente nella rete unitaria della Regione Piemonte delle attività ed il suddetto esercizio, infatti, risultava essere ancora intestato al precedente proprietario.

Pertanto, tutti i prodotti non tracciati e non correttamente congelati venivano sequestrati ed affidati in custodia fiduciaria all’attuale titolare, con obbligo di individuare una ditta autorizzata al fine dello smaltimento a proprie spese.

Per i fatti di cui sopra, oltre alle sanzioni amministrative relative alle gravi mancanze riscontrate, veniva imposta la totale ed immediata sospensione dell’attività per la mancanza dei requisiti igienico-sanitari, fino alla completa esecuzione dei lavori di ricondizionamento e previo specifico sopralluogo.