Giorni tediosi

intrisi di pioggia

sotto un cielo

specchiato  nel fango

tra smarriti richiami

di neri stecchi protesi:

braccia aperte a chiedere

una corolla di azzurro

dove mettere  gli occhi

 a cercare le stelle.

Giorni tediosi ,

portati da un tempo

stizzito che non sconta,

non ammette riprova

 dei conti in sospeso:

 solo avare promesse

di resti  di sogni

 addormentati

tra coltri  di malinconia

 in quest’inverno di pioggia

nell’attesa della stagione nuova

Dal libro “Lo sguardo oltre…” ediz.Aletti Photo by Aidan Roof on Pexels.com