Massimo Sartelli. Covid 19: “Perché guariremo. Dai giorni più duri a una nuova idea di salute”

LE RESPONSABILITÀ 

Doveva uscire qualche giorno fa in libreria “Perché guariremo. Dai giorni più duri a una nuova idea di salute”, il libro del ministro della Sanità, ma all’ultimo secondo, chiaramente, l’arrivo sugli scaffali è stato congelato e rinviato a data da destinarsi. 

Scritto in estate, quando il virus sembrava sotto controllo, e l’Italia riceveva elogi da tutto il mondo per come aveva saputo affrontare la prima fase, era quello il momento in cui doveva essere programmato il contenimento della seconda ondata, che molti già sospettavano e che doveva inevitabilmente poggiare su tre pilastri fondamentali: massima aderenza della popolazione alle misure di prevenzione raccomandate, potenziamento dei servizi sanitari territoriali e ospedalieri e collaborazione in piena sintonia tra Governo, Regioni ed Enti locali.

Il messaggio dei cittadini cattivi e indisciplinati sembra molto la scusa per rimediare al fallimento del potenziamento e della pianificazione dei servizi sanitari territoriali e ospedalieri, ed alla totale assenza di coordinamento tra Governo, Regioni ed Enti Locali dimostrata dalla improvvisazione di queste settimane! 

In questi mesi, inoltre, tante altre cose potevano essere fatte dalla politica, ma la più grave è stata quella di continuare a trascurare la comunicazione, consentendo che innumerevoli “esperti”  continuassero ad agitare gli animi surriscaldandoli ed aumentando la confusione tra cittadini ed operatori e promettendo vaccini che non saranno pronti prima del 2021 inoltrato. 

Questo per non addossare TUTTE le responsabilità del Dpcm ai cittadini che, a parte alcuni sciagurati, le misure di restrizione le hanno sempre seguite!