Camminando silenziosamente sulla battigia del mare, si avverte quel fragile “cicaleccio”di minuscoli fossili, calpestati lungo il cammino ventoso, reso vivace dall’andirivienid’onde, frastagliate e dipinte, di sfumature di cielo.

E’ allora che il pensiero inizia il suo viaggio a ritroso, guidato dall’odore inconfondibile della salsella, e scavalca attimi del presente, soffermandosi su lidi della gioventù…..allora era tutto diverso, la mente si nutriva esclusivamente di immagini e sensazioni dell’attimo,

cogliendone le sfumature più intense e assegnando un valore del tutto innovativo, ai primi sguardi importanti, che si soffermavano sulla propria persona…..

Il tutto era accompagnato da canzoni simbolo, prettamente melodiche, e speciali in quei respiri, che avrebbero accompagnato giorni indimenticabili e significativi della vita…

Allora non ci si rendeva assolutamente conto dell’importanza di quel tratto d’esistenza, che invece segnerà l’inizio d’un lungo percorso emotivo, fulcro d’un bagaglio di esperienza, che guiderà, col suo fervido spessore, il cammino sentimentale delle varie stagioni.

Nel tempo che va le emozioni assumeranno un’essenza del tutto diversa, indubbiamente più matura, ma sempre bellissima, e con un particolare in più da apprezzare, quello che ci renderà consoni dell’immenso valore della vita.

@ Silvia De Angelis 2019