Massimo Sartelli. Medico. Covid 19: LA STORIA SIAMO NOI

Nella storia moderna l’emergenza che stiamo vivendo è paragonabile solo a quella della seconda guerra mondiale. Tutti i paesi europei sono nelle stesse nostre condizioni, con sistemi sanitari in affanno e una società impaurita e disorientata. 

Al di là di responsabilità che sicuramente ci sono state, c’è urgente bisogno di unità e progettualità. In questo momento tutti dobbiamo partecipare a questo sforzo per contenere il il virus e i risvolti sociali ed economici che il virus porterà inevitabilmente con sé. 

C’è bisogno di politici che smettano di mandare messaggi falsamente ottimistici e promesse a cui non crede piú nessuno e che decidano per il bene comune dimenticando ogni forma di opportunismo, media che diano informazioni semplici senza necessariamente ricercare lo scoop, scienziati che smettano di litigare e mandare messaggi conflittuali, medici che continuino a combattere in prima linea il virus, cittadini che non facciano i virologi ma che provino a tornare ad una vita il più normale possibile, rispettando le normali misure di prevenzione e accettando le regole che verranno decise. 

Perché alla fine la più grande risposta che noi possiamo dare è quella di non abbassare la testa e reagire cercando di continuare a vivere una vita il più normale possibile. Perché la storia siamo noi, nessuno si senta offeso…