Il pranzo dei ragazzi delle scuole?. Ci pensano i ristoratori locali e al venerdì c’è il “Pizza Day”

Servizi scolastici: cresce il numero degli iscritti alla mensa scolastica

Una scelta naturale, del resto uno dei prodotti De.Co. di San Salvatore è la pizza che celebra il gemellaggio con Agerola e sono ben cinque le pizzerie che sfornano ogni giorno il piatto campano per eccellenza

San Salvatore Monferrato: Attivati da un mese, i servizi per gli alunni organizzati dal Comune, in questo difficile inizio di anno scolastico, hanno registrato un numero maggiore di iscritti rispetto agli anni passati, soprattutto al servizio mensa.

Oltre al trasporto dei ragazzi, che quest’anno è gestito con l’ausilio di un nuovo scuolabus, che si aggiunge agli altre tre, ringiovanendo la media d’età della flotta. Fra gli altri servizi educativi attivati in queste settimane vi è il “Pre Scuola” l’assistenza alunni mattutina, e il “Post Scuola”, quello pomeridiano, modulato secondo gli orari scolastici del pomeriggio, che vede i ragazzi delle scuole sansalvatoresi rientrare per tre giorni alla settimana.

La mensa rappresenta il servizio più apprezzato, infatti ogni anno si registra un crescente numero di iscritti che quest’anno si è attestato su un numero record: circa centoquaranta iscritti, a fronte di circa trecentoventi alunni frequentanti le scuole, d’Infanzia, Primaria e Secondaria. I turni del pranzo sono stati studiati per mantenere il rigoroso distanziamento fra ragazzi, utilizzando il locale mensa e altri spazi adeguati per l’uso.

Tutto si svolge nel rispetto delle norme e per la fornitura dei pasti si è scelto di diversificare i fornitori: per le classi che utilizzano il locale mensa l’azienda di ristorazone Camst e per tutti gli altri i ristoratori locali che hanno aderito all’invito pubblico del Comune. Fra questi l’Osteria “Panza piena”, il Ristorante “Village” e ogni venerdì, in occasione della variazione speciale del menù, che prevede la pizza, la Pizzeria “Laura”.

“La scelta di chiedere agli operatori della ristorazione sansalvatorese si è rivelata vincente, afferma l’assessore ai servizi educativi Corrado Tagliabue; il grado di soddisfazione per il servizio è elevato e l’idea di istituire il “Pizza Day” al venerdì, è molto apprezzato dagli alunni e dalle loro famiglie, che – forse anche per questo – hanno scelto in numero maggiore di iscrivere i ragazzi alla refezione scolastica”

Del resto la pizza a San Salvatore Monferrato riveste un’importanza particolare, legata al gemellaggio con il Comune campano di Agerola e al fatto che fra i prodotti “De.CO.” (Denominazione Comunale) di San Salvatore c’è anche la “Pizza dell’Amicizia”, un prodotto che è diventato del posto a tutti gli effetti.

“Qui da noi, prosegue Tagliabue, i locali che preparano la pizza sono cinque e tutti sono frequentati da una clientela che proviene anche dai comuni vicini, segno di una qualità indiscutibile e riconosciuta; per questo abbiamo ideato il giorno della pizza anche a scuola: le tradizioni hanno la loro importanza, soprattutto se sono delle buone tradizioni!”.