Si coglie dietro un simbolo,

dietro un colore acceso,

un frutto rimasto solo

sul ramo della pianta,

si coglie nel freddo della stanza,

vuota di parole,

si coglie nel tepore

di un cuore appannato

dalla sorte,

si coglie immancabilmente

sempre

dietro un dolore

di un amore perso come foglie.

Si coglie in questa stagione

che d’autunno pare

almeno dal colore

che si diverte

a ironizzare

sulla monocromatica vita

dei giorni sempre uguali

fatta di speranze

perse sui crinali del pensiero

e di sogni evaporati

dai caldi dei termosifoni

a scaldare vani freddi

e stavolta non solo

di parole.

Roberto Busemabi (errebi)

Immagine web: Photographer unknown