DemoS:  “Guardia alta contro usura e mafie”

“Il pericolo di infiltrazione da parte di mafie e usurai nel tessuto sociale e produttivo si fa sempre più reale, non solo a causa del lockdown, che ha già interessato la gran parte delle attività produttive, ma anche perché lo shock del Coronavirus è andato a impattare su un sistema economico nazionale già in difficoltà”. Questo l’allarme lanciato dal Coordinamento regionale di DemoS-Democrazia Solidale. 

“L’obiettivo delle mafie – spiega la Coordinatrice di Alessandria Paola Ferrari – è diversificare il business, passando dall’illecito al lecito, in un sistema di riciclaggio che coinvolge imprese di vario livello. Così al virus si affiancherà l’infezione finanziaria mafiosa. Questo serio pericolo impone a noi politici l’obbligo morale di mantenere sempre alta l’attenzione. La criminalità si radica attraverso il rapporto con l’economia sana e tende a distruggere la libera concorrenza”

“Occorre mantenere alta l’attenzione – si legge nella nota – sui settori che più hanno sofferto l’immobilità commerciale e che nel recente passato sono già stati nelle mire della ‘ndrangheta: commercianti al dettaglio, ristoratori, bar, pizzerie, attività immobiliari, agenzie di viaggio, servizi alla persona”.

Gli imprenditori – conclude Ferrarinon devono fare l’errore di chiedere liquidità a sistemi illeciti per restare sul mercato. La mancanza di fiducia delle persone per troppo tempo abbandonate a loro stesse va capovolta con segnali concreti della presenza delle istituzioni, per difendere la legalità e attuare il principio costituzionale della solidarietà”.