Sulla riva del cuore, Giuseppe Buro

Sulla riva del cuore tu

ti adagi serena, l’equilibrio

non perdi mentre il tempo 

è clemente.

Sogni ancora la notte, 

mentre i rintocchi lontani 

sembrano battiti eterni, 

io ti aspetto perché, non ho

ancora l’età per andare lontano.

L’oblio si sa prende sempre 

a metà, quella parte di me 

che impazzisce per te.

Tu serena lo sei per l’amore 

che dai, per il giorno che viene, 

per il tempo che va.

@ Giuseppe Buro 6.11.2020