Amore Perfetto, Giuseppe Buro, poesie

Amore Perfetto

Si può amare oppure odiare ma

lo devi fare, provare una volta sola

senza emettere suoni, lentamente

fino a toccare le sponde.

Nettare prelibato è l’amore intrigante

ed eccitante, il corpo fascio di luce

che si illumina, è come toccar le stelle,

senza tabù dammi del tu.

Se ti giri ti stringo i fianchi fino

a sentire sensazioni diverse,

non temere del male è un piacere

che si sovrappone all’amore, è acqua

che si fonde in un insieme di piccoli suoni.

Stimolo il regale passando le mani

sui punti nascosti, per esperienza

provo ad aprire la mente con infinita

dolcezza, senza dimenticanze, estenuante

l’attesa senza pretese.

Gioco eccitante è come tornar bambini,

scoprire i corpi e i punti nascosti,

la mezza luna si congiunge col sole

in movimenti lenti.

Nell’attimo giusto ti soffio parole,

faccio congiungere i corpi entro dall’uscio

socchiuso e con immenso piacere

arriviamo alle stelle.

@ Giuseppe Buro