Momenti di poesia. I fiori di lillà, di Stefania Pellegrini

Delicata, fragile – ti ho trovata
oggi più di ieri,
lo sguardo vagante
di una bimba che ha perso
la sua bambola di pezza.
Ho indugiato
tra i tratti del tuo volto
per snodare dal ricordo il carosello
delle stagioni,
per ritrovarti negli occhi che conobbi.
Ho provato a distoglierti
dal limbo in cui vivi da tempo
come una perla chiusa
nella sua conchiglia.
Ho sfiorato timorosa – carezzato
la sottile mano ossuta,
sperando!
Sperando neppur io so cosa,
forse di vedere
sul tuo pallido volto
fiorire un timido sorriso, un cenno
di saluto, un raggio di sole improvviso
che bucasse le nubi
del tuo cielo ombroso.
Ma i tuoi occhi distanti
non hanno distolto lo sguardo
dalla finestra.
E i fiori di lillà,
che ti ho portato ieri,
stanno appassendo
nel vaso. 

Stefania Pellegrini ©