Ti ho persa come una saponetta

disciolta dentro un lavandino,

ti ho persa di mattina

e ora che si sta facendo notte

ti penso e ti vorrei vicina.

Ti ho persa come una finestra aperta

che lascia entrare il sole

solo a raggi poco a poco

e esce solo il fuoco

che arde nel camino

sotto le sembianze di fumo.

Ti ho persa e ti aspetto sopra il letto

che altro non rimane

da pensare,

nostalgia si chiama questo ardore

ma ti ho persa

e non ti sopporto ad ore.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web: Photo by Tarkovsky – Nostalgie