AntonellaViola. Immunologa. Covid19: Una buona notizia!

La Pfizer sta sviluppando un vaccino contro Covid19 basato su mRNA (un pezzo di materiale genetico del virus) per far esprimere la proteina Spike nelle nostre cellule e così stimolare il sistema immunitario. Nei macachi, questo vaccino ha generato una buona risposta immunitaria ed ha bloccato la replicazione virale nelle vie respiratorie. Quindi sembra bloccare non solo la malattia (sintomi) ma anche l’infezione.

Oggi è stato comunicato che, nel primo gruppo di volontari analizzati, il vaccino avrebbe un’efficacia del 90%. Questo valore va preso con le pinze e bisognerà aspettare che la Fase III sia conclusa prima di avere dei dati definitivi; tuttavia, l’efficacia del 90% è davvero impressionante, considerando che la Food & Drug Administration americana si sarebbe accontentata di un misero 50% per approvarlo. 

Ora però bisogna terminare gli studi per essere certi della sua sicurezza e dell’efficacia complessiva, soprattutto nelle persone che sono a rischio di sviluppare sintomi gravi. Questo è infatti l’aspetto critico sul quale si misureranno i vari vaccini che arriveranno all’autorizzazione.

Se però andrà tutto bene, le prime dosi (50 milioni) dovrebbero essere disponibili presto anche se, come sempre detto, per avere una reale copertura nel nostro paese dovremo pensare a un periodo che va dalla primavera all’autunno del 2021. 

Speriamo quindi davvero che questo annuncio sia seguito presto dai dati e dall’approvazione!