Momenti di poesia, Sulla roccia stendo i versi, Giuseppe Buro

Sulla roccia stendo i versi

e le parole sono vere, lindi

sono gli attimi senza tempo,

come l’immensità che fine

non ha.

Scrivo e scalo, il granito levigo

ad arte, scalpello la roccia che

mi parla di ere, ieri e oggi, poi

fa pioggia ed ogni cosa si perde.

Mi riveli il vivere come fosse

dolce sogno, e mi chiama col mio

nome, mi conosce da sempre

perché sono roccia stesa al vento.

Sono pietra lavica forgiata dai venti

stesa ad asciugare per accogliere

i viandanti persi.

@Giuseppe Buro