Comune di Solero: Nei prossimi giorni arriverà la Tari

La tassa sui rifiuti (TARI) è la tassa relativa alla gestione dei rifiuti in Italia, destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore. 

Il costo di raccolta e smaltimento rifiuti del comune deve, per legge, essere ripartito tra gli iscritti a ruolo. Il costo tiene conto della produzione di rifiuto del comune.

Quest’anno a Solero, e nei piccoli comuni del consorzio di bacino alessandrino, c’è stato un cambiamento riguardante la raccolta del rifiuto indifferenziato. Ad ogni utenza è stato fornito un mastello dotato di microchip e AMAGambiente, dopo un primo periodo di transizione, ha iniziato a raccogliere i dati sui conferimenti per ogni singola utenza. Questa nuova modalità di conferimento ha, come principale finalità, la riduzione della produzione di rifiuto indifferenziato. 

In futuro, in base alle letture degli svuotamenti e secondo parametri che andremo a definire unitamente agli altri comuni, sarà possibile effettuare degli sconti per le utenze più virtuose, ovvero che producono meno rifiuto indifferenziato o degli aumenti per chi, al contrario, ne produrrà quantità eccessive.

Molti hanno capito il messaggio, tanti già facevano prima la raccolta differenziata, alcuni hanno iniziato a farla o si sono ulteriormente impegnati per ottimizzare la differenziazione dei rifiuti. 

Questa novità del mastello, insieme all’emergenza sanitaria in corso, hanno sicuramente creato qualche difficoltà.

Questo primo anno, come detto in altre occasioni, è sperimentale, nel senso che i dati non andranno ad incidere sul costo della TARI.

Lo scorso anno si è visto un consistente aumento in bolletta dovuto a:

– maggiore costo raccolta / smaltimento

– nessun indennizzo dalla discarica

È sicuramente il mancato introito dovuto da Aral ai comuni di Solero e Quargnento la componente più significativa. Questa entrata, dovuta a fronte della presenza della discarica consortile nel nostro territorio, aveva giustamente permesso al nostro comune di contenere i costi (e quindi l’imposta) per diversi anni.

A causa delle vicende giudiziarie, che hanno coinvolto ARAL, questo non è più stato possibile dal 2019. 

Attualmente c’è un concordato giudiziale che prevede la ripartenza dei pagamenti dal prossimo anno.

Quest’anno la TARI non vedrà variazioni e, vista l’emergenza covid che sta colpendo il nostro paese, è stato previsto uno sconto per le attività commerciali e produttive di Solero, tendendo conto, per ogni attività, del periodo di chiusura imposto dal lockdown della scorsa primavera.

Tra le problematiche, che si verificavano già prima del passaggio ai mastelli e che continuano ad esserci, c’è indubbiamente quella dell’abbandono dei rifiuti.

Nonostante le diverse comunicazioni, precise calendarizzazoni e istruzioni recapitate ogni anno ad ogni domicilio, c’è chi ha costantemente comportamenti incivili. Quasi ogni giorno i cantonieri effettuano un giro del paese trovando e raccogliendo di tutto. Per esempio questa settimana sono stati trovati per ben due volte dei sedili da auto e questa mattina è stata vista una persona incivile gettare l’immondizia dentro al Rio. Altro problema è quello dei sacchetti per deiezioni canine: c’è qualche c…. che si diverte a prenderli per poi abbandonarli in giro vuoti o altri che raccolgono la cacca e appoggiano il sacchetto ovunque e ancora alcuni che non la raccolgono nemmeno. Sono stati messi appositamente i cassonetti che vengono usati dalla maggior parte delle persone civili. 

Il problema sono sempre gli INCIVILI.

Questi abbandoni e conferimenti errati, oltre a danneggiare l’ambiente, hanno un costo che incide sulla vostra bolletta.

Ci sono precisi giorni di raccolta, abbiamo cassonetti per la differenziata, c’è il servizio di raccolta domiciliare per ingombranti, elettrodomestici… c’è la benna del verde e c’è la possibilità di andare al centro di raccolta intercomunale di Felizzano.

Stiamo definendo i dettagli burocratici per l’installazione di alcune fototrappole mobili che verrano posizionate nei punti di maggiore criticità. Speriamo che questa ulteriore misura risulti efficace e ci aiuti a risolvere buona parte delle problematiche.

Nel frattempo chiediamo alla cittadinanza una mano per mantenere pulito il nostro paese e per il futuro dell’ambiente 

Prestare un po’ di attenzione non costa troppa fatica dai…

Come sempre, GRAZIE a chi vive civilmente.