Sospesi nel limbo tra chi li considera studenti e chi professionisti, i medici specializzandi erano in corsia nelle fasi più dure dell’emergenza Covid, ma spesso senza poter godere di un contratto di lavoro. “Gli specializzandi sono medici, non studenti, è ingiusto trattarli come tali”, dice a Ilattoquotidiano.it Stefano Magnone, segretario regionale lombardo del sindacato dei […]

Sorgente: Coronavirus, medici specializzandi nel limbo tra contratti solo per pochi e orari fuorilegge. E la burocrazia rallenta le nuove graduatorie – Il Fatto Quotidiano