Un giorno qualunque, eppure unico e definitivo: la protagonista di questo romanzo vive proprio questa sensazione mentre le pagine iniziano a scorrere. Il suo sguardo coglie l’emozione, deciso a fissare nella memoria ogni dettaglio e tutti i ricordi. Col tempo Arianna comprenderà bene quanto i giudizi siano dominio degli ottusi, mentre i suoi sogni, tutt’altra cosa, inizieranno a diradare ogni nebbia.” – Cristina Del Torchio

Sì, è un giorno qualunque nella vita di Arianna, e basta un istante al lettore per trovarsi alla pagina trenta del romanzo “I rovi di Villa Lucia” per poi proseguire con la costante sensazione di voler accarezzare il volto della giovane ragazza, protagonista del libro….

Sorgente: Intervista di Alessia Mocci a Jolanda Pergreffi: vi presentiamo “I rovi di Villa Lucia” – OUBLIETTE MAGAZINE