Tutto tace, Alma Bigonzoni

Tutto tace,

la natura è addormentata cullata dalla 

ninna nanna del fruscio del vento. 

Intorno a me il freddo ricopre ogni cosa 

col suo rigido manto, ma io non ho 

freddo;

il mio corpo è un tripudio di sensi che si 

risvegliano come se non fosse inverno.

Avverto le tue mani di velluto che mi 

sfiorano, le tue braccia stringermi con 

ardore.

Sei dentro me, nel cuore e nell’anima

fiorisco inesorabilmente accanto a te.

Rinasco come improvvisa primavera

___@Ab___