La Passera scopaiola è presente nelle zone marginali dei boschi, in particolare in peccete pure o miste, sia naturali sia di impianto artificiale.

Descrizione

Le parti superiori sono di colore bruno, ampiamente striato di nero, mentre quelle inferiori sono colorate di grigioazzurrognolo. La testa è grigioardesia, mentre la calotta e le copritrici auricolari sono brunastre. Ha un comportamento molto schivo e solitario.

Fenologia

In Italia è nidificante, migratrice regolare e svernante.

Habitat

Gli ambienti frequentati dalla specie sono abbastanza diversificati. È infatti presente nelle zone marginali dei boschi, in particolare in peccete pure o miste, sia naturali sia di impianto artificiale anche recente; si rinviene inoltre nelle fasce arbustive poste in prossimità del limite superiore della vegetazione arborea, soprattutto in quelle costituite da Pino mugo e nelle zone con cespugli quali Ginepro nano, ericacee e rododendri, che invadono i pascoli degradati su versanti termofili.

Sorgente: Passera scopaiola, schivo abitante dei boschi alpini