Sulla pallida spiaggia sedevo solitaria, Alma Bigonzoni

Sulla pallida spiaggia sedevo solitaria 

pervasa da una cupa malinconia. 

Volevo che fosse il mare a cullarmi ed a 

trasportare i miei ricordi all’orizzonte tra 

le vele gonfie di vento.

Non voglio sapere in quanti pezzi si è 

frantumato il mio cuore perché potrei 

avere il desiderio di raccoglierne i 

frammenti, ma quel che la mia mente 

pensava è ciò che la mia anima 

desiderava.

E guardo il mare, lo ascolto nel suo 

perenne canto, 

ti penso

quanto ti ho aspettato e nella mia 

solitudine amato. 

___@Ab___