Piera Silvetti: Io e il covid19

Tutto è iniziato venerdì 7 nov. Stavo come ci si sente con un influenza senza febbre ma dolorante da testa a piedi ,spossata al massimo con un cerchio al cervello da togliere la vista . La dissenteria e il vomito si sono aggiunti nel pomeriggio con nausea perenne e senso di svenimento . Non pensavo al Covid , ho preso NUROFEN influenza e raffreddore e senza febbre mi sono infilata sotto le coperte . Sabato peggio : stessi sintomi ma mi sentivo svenire nel letto impossibile mangiare o bere . 

Ma era sabato e ho fatto passare la domenica al buio senza rumori senza mangiare stando male cane . Lunedì provo a telefonare al centro medico : impossibile raggiungere chicchesia!!!! Martedì idem ma io stavo sempre peggio . 

Chiamo il mio amico Dott. Alfredo Monaco che subito mi sgrida x non averlo fatto prima e mi ordina x telefono tachipirina1000 tre volte al giorno e un antibiotico con obbligo di contattare il medico ( bella parola !!!!) . Asia va di persona al centro medico spiegando il mio iter e l’urgenza …….( mi contatteranno il giorno dopo ). Ormai sono sola nella mia stanza . Nessuno mi si avvicina . 

Tutti capiscono . Mi sento morire e mercoledì ancora  aspettando una telefonata dal mio medico super intasato di lavoro CHIAMO IL 118 ( era il quarto giorno). Arrivarono i “marziani “ e capendo poco di ciò che succedeva mi ritrovo a Rivoli percorso Covid in un corridoio x 48 ore nel mio vomito e nella mia dissenteria con una maschera che non mi faceva respirare e SOLA con tutti gli infermieri che correvano ti infilavano gli aghi e poi le flebo e intorno a me dai lettini la gente come me tossiva vomitava non aveva tempo di chiedere la padella e si sporcava è così si rimaneva fino a quando qualcuno tra una corsa e l’altra aveva il buon cuore di cambiarti . 

Ho avuto la fortuna di non avere bisogno dell’ossigeno , medici e infermieri sono stati provvidenziali nella terapia aggiungendo subito il cortisone . 

Sono risultata positiva ma curabile a casa . Ho passato giornate buie mentre pensavo : c’è ancora chi non crede al Virus !!!! È subdolo . Si insinua senza che tu possa accorgertene nonostante tutte le precauzioni e le disposizioni . 

Non so ancora NE come NE da chi ho potuto contrarre il “bastardo” poiché TUTTI intorno a me sono risultati NEGATIVI al test . Ora ho terminato la quarantena . Domani farò il tampone di controllo e mi scuso con tutte quelle persone che con messaggi mai letti mi sono stati vicini . Ringrazio il mio OS preferito Sergio che mi ha curato , sfamato e supportato nei momenti peggiori e tutta la mia famiglia unita in un AMORE INFINITO .  

Mascherine – distanziamento – disinfezione . Mi raccomando fatelo !!!! È vitale !!!!! E soprattutto non dite che il virus non esiste !!!!!!