IL PULCINO NEL CASINO, Dario Menicucci “Le mie poesie”

Per sorridere

Mi avevano chiesto delle parole che finivano in “ino” e io

li ho accontentati… spero nessuno si scandalizzi…

IL PULCINO NEL CASINO

Abitava in un giardino

a tre passi da un gran pino

proprio sotto un gelsomino

un pungente porcospino.

Dal vialetto quel mattino

sopraggiunse un bel pulcino

che passando lì vicino

disse al nostro porcospino:

” Mi ha detto mio cugino

che nel bosco al Cisternino

un fringuello e un canarino

hanno aperto un bel casino”.

“Prima ho chiesto a un contadino

se sapesse del casino

ma mi ha dato del cretino

un calcione ed un nocchino”.

Gli rispose il porcospino:

“Non so niente del casino

ma senz’altro il signor Gino

saprà dirci se è vicino”.

Quel signore era un pinguino

che veniva dal Trentino

un esperto sopraffino

di Livorno e il Cisternino.

Ed infatti quel pinguino

svelò il luogo del casino

agli amici nel giardino

che si misero in cammino.

Mentre andava il porcospino

disse al piccolo pulcino:

” Hai gli anni di un bambino,

che vai a fare in un casino?”

“Non so bene porcospino,

credo sia un ristorantino

e ho sentino da un suino

che è un luogo assai carino.

Ogni piatto è sopraffino

ricercato e genuino

soprattutto il bel pompino

e il gustoso ditalino!!!”

Dario Menicucci