Barosini: Riqulificazione energetica alloggi comunali

(Decreto legge n.34/2020 del 19/05/2020 convertito con legge n.77/2020 in data 17/07/2020).

·         Il Comune di Alessandria è proprietario di n. 355 alloggi adibiti a civile abitazione posti in via Manzoni, via Rivolta, via Inverardi, C.so C.Marx, via Parnisetti, via della Santa, via N.Rosa, via Don Giovine, via Verona, via Marsala, via Guasco, via 1821.

·        Dei predetti immobili, con Delibera di Giunta n.189/18110-379 del 26/07/2018, venne approvato  un progetto definitivo-esecutivo di riqualificazione con efficientamento energetico dei fabbricati di proprietà comunale di via della Santa n.6-12, n.18-20, n.26 – via N.Rosa n.28-30, n. 3-5, – via Inverardi 2, a mezzo di ATC quale stazione appaltante e con fondi Regionali.

·         Nel mese di Agosto detti lavori si sono conclusi positivamente.

·         Con Decreto legge n.34/2020 del 19/05/2020 convertito con legge n.77/2020 in data 17/07/2020 viene dato la possibilità ai proprietari di immobili, compreso gli enti pubblici, di riqualificare, dal punto di vista energetico i propri immobili, finanziando i lavori con la cessione del credito fiscale.

·         In data 29.10.2020 si è tenuta una riunione presso la sede provinciale dell’Agenzia Territoriale per la Casa del Piemonte Sud per programmare gli interventi tecnici del caso, essendo l’Agenzia stessa convenzionata con il Comune, (convenzione datata 01/12/2016), per la gestione amministrativa contabile e tecnica degli alloggi Comunali.

·         Al termine della riunione l’Agenzia Territoriale per la Casa del Piemonte Sud si è resa disponibile a bandire una gara per raccogliere proposte di progettazione e gestione dei lavori ivi compresa tutta la procedura burocratica relativa ad interventi di efficientamento energetico per gli alloggi di via Don Giovine 66, via Marsala 3, via Guasco 112 e via 1821 tutti in piena proprietà comunale.

·      E’ stato concordato che i lavori di efficientamento energetico riguardino esclusivamente la realizzazione del cappotto termico nella misura del 25% delle pareti esterne, il cambio dei serramenti ed il cambio delle caldaie (misure minime per raggiungere il miglioramento di due classi energetiche, condizione minima per ottenere il finanziamento).

·         Si è anche   poi concordato che il Comune non debba nè anticipare nè  pagare nessuna somma di denaro; unico compito del Comune è la messa a disposizione di un soggetto idoneo a ricoprire la figura di  RUP (Responsabile Unico del Procedimento).

Pe   Per i restanti immobili  dove la gestione dei relativi condomini non è fatta dall’ATC, ma  da Amministratori di Condominio Professionisti, è stato anche concordato che l’ATC stessa invii agli amministratori di condominio una comunicazione dove si evidenzi che la parte di proprietà Comunale è  disponibile ad avviare i lavori di efficientamento energetico alle stesse condizioni di quelli gestiti direttamente dall’ATC come sopra evidenziate.

Dott. Giovanni Barosini

Assessore

Lavori Pubblici, Patrimonio, Aree verdi, Cimiteri, Welfare animale