Piemonte sul lavoro si ammalano più le donne (75,8%) rispetto agli uomini (24,2%), ma 8 casi mortali su 10 riguardano il sesso maschile. Questo il dato che è emerso dal webinar di Inail del report ‘Riprogettare il lavoro nel post Covid’ e che mostra – tra le altre cose – la mortalità e la pericolosità del coronavirus sui posti di lavoro.

Secondo Inail il Piemonte è al secondo posto per numero di denunce di infortuni sul lavoro legati al virus, 9.790 pari al 14,7% del totale nazionale, subito dopo la Lombardia (33,1%). I casi mortali sono stati 30 con un’incidenza del 9%. Il 52,2% dei casi ha interessato la provincia di Torino, seguita da quelle di Alessandria con il 12% e di Cuneo con l’11,4%. L’80% delle denunce risale al periodo tra marzo a maggio (7.200 casi), mentre c’è stato un calo sensibile da giugno ad agosto (714) e un nuovo aumento nella seconda ondata con quasi 1.900 casi tra settembre e ottobre e un incremento anche a novembre.nullPUBBLICITÀ

Da Radio Gold