Con due ordinanze in seduta collegiale il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso delle Associazioni Enpa e Oipa, sostenuto dall’avvocato Valentina Stefutti, che chiedeva la sospensiva dell’ordinanza con cui il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, aveva decretato la scorsa estate la cattura e la reclusione a vita dell’orsa JJ4.Nelle ordinanze si rileva «l’insufficiente istruttoria che ha portato il presidente della Provincia di Trento al giudizio di pericolosità dell’orsa e che ha determinato, per motivi di sicurezza pubblica, l’ordine di catturare l’arsa (e non i suoi tre cuccioli) e di custodirla in modo definitivo nel recinto di Casteller».

Sorgente: L’orsa JJ4 resterà in libertà nei boschi con i suoi cuccioli