Potrebbe “inaugurare una nuova epoca dell’informatica”, come riferito nello stesso comunicato stampa, il nuovo transistor bidimensionale creato da ricercatori dell’Università di Buffalo. I progressi potrebbero arrivare soprattutto per quanto riguarda l’informatica quantistica e in generale per potenziare ancora di più i supercomputer attuali (vedi legge di Moore).

Sorgente: Nuovo transistor bidimensionale fatto con grafene ha spessore di un nanometro – Notizie scientifiche.it