Mi dici: è faticoso frequentare i bambini.

Hai ragione.
Aggiungi: perché bisogna mettersi al loro livello,
abbassarsi, scendere, piegarsi, farsi piccoli.
Ti sbagli.
Non è questo l’aspetto più faticoso.
E’ piuttosto il fatto di essere costretti
a elevarsi fino all’altezza dei loro sentimenti.
Di stiracchiarsi, allungarsi sulle punte dei piedi,
Per non ferirli.

Janusz Korczak (1929)

Auguri. Per Natale scelgo sempre un pezzo dedicato ai bambini: è la loro festa. Korczak (Varsavia 1878- Treblinka 1942) fu un importante pedagogista e pediatra polacco, il quale nel 1911 fondò a Varsavia “La casa degli orfani”, da lui presieduta, e gestita dagli stessi bambini ospiti. Quelli ebrei furono presi dal ghetto nel 1942, e portati a Treblinka. Korczak volle accompagnarli.

Con i miei più sentiti auguri agli amici di Alessandria today, questo pezzo mi piace particolarmente perché si possono imparare un sacco di cose dai bambini, a Natale e in ogni momento dell’anno.