NATALE

Da lontano si ode un coro.
La gente va
verso la chiesa,
veloce,
per la stradina
schiarita da stelle
Bambini gioiosi e infreddoliti in cerca di tepore
tra le braccia dei genitori.
In un angolo, verso est dell’altare
una testina bionda accenna
piccoli movimenti schiudendo gli occhi
mostrando un minuscolo sorriso,
quella visione mi fa tremare…
mille pensieri affiorano confusi
riesco solo a sussurrare:
“Caro Gesù, tu che puoi leggerci dentro,
fa che il tuono di tante bombe si plachi,
che lacrime di tante mamme
non scendano;
leggi dentro di noi,
fa che ogni male finisca.
Gesù fa che ogni mio amico
non sia mai un mio nemico.
Sciogli il ghiaccio dai nostri cuori
affinché tutti ci si possa prendere per mano.
E’ Natale, Gesù…
aiutaci a sognare.

ELVIO ANGELETTI

Una poesia delicata, una preghiera che vola leggera verso il cielo, dove gli angeli la attendono, per portarla a Betlemme, guidati dalla stella cometa.