Facciamo finta

che non sia successo niente

facciamo che

il nostro pensiero

vada a chi abbiamo perso sul serio

che il nostro sogno

sia di risollevarsi ancora

che dietro un anno

che pare trascorso,

ci sia quello che avevamo

sospeso tra le righe

quello che ci è parso

di avere dimenticato,

facciamo finta

che non ci sia un passato,

che il futuro, prossimo e scalpitante,

ci renda migliori nei giudizi

e nelle aspettative,

ci faccia abbracciare tutti quanti

e si possa baciare

coloro che avremmo voluto odiare.

Facciamo finta che

l’incubo è trascorso

e non si ripeta, almeno nei pensieri

e nel non volersi bene.

Facciamo finta

che siamo davvero così tanto cattivi

da non ricordarsi

chi abbiamo accanto

e che non ci importi

assolutamente di quello

che vive e pensa,

facciamo finta solamente

per capire quanto davvero

poi ci mancherebbe

per vivere nei giorni a venire

serenamente.

Facciamo finta di sognare

e nel reale pensiamo

a chi adesso vive solo

sia fisicamente che moralmente,

e allora facciamo pure finta

ma di lamentarsi per un niente

e per un nulla che ci viene a mancare.

Facciamo finta, solo e solamente

nell’attimo della mezzanotte

e che a un minuto passato esatto

tutto sia davvero esausto

da non volersi più presentare.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web