CADDE LA NEVE, Mirella Ester Pennone Masi

1 gennaio 2017

CADDE LA NEVE

Ieri cadde la neve e vestì i campi,

seppellì le erbe e i grevi pensieri, 

la gioia dentro il cuore persuadeva

intessendo di speranza le sue intese.

Sotto la neve i rami van gemmando,

mi pensi da lontano e non mi scordi

le labbra tue mi stanno ancor sfiorando,

nel giorno freddo e foglie non più verdi.

Accendilo tu questo mite cuore 

se il coro di un angelo vuoi sentire,

la musica sarà nei miei volteggi

in volo mi potrò ancora smarrire.

Se vuoi, potrei morir con te cantando 

alla brezza che lenta ci sospinge,

ancor mi perderò dentro quei tuoi occhi;

su fa presto, l”estate va solfeggiando!

Mirella Ester Pennone Masi

foto web